Centro culturale Nova Gorica, Bevkov trg 4, SI-5000 Nova Gorica

T: + 386 5 335 40 10

Group 10708
10. 10. / Lunedì / 20:15

OTTETTO D’ARCHI OBERTON

Sala grande del Centro Culturale Nova Gorica
10. 10. / Lunedì / 20:15

OTTETTO D’ARCHI OBERTON

Sala grande del Centro Culturale Nova Gorica
Abbonamento musicale 2022/23 – 42a stagione concertistica/ 1° concerto

 

Jevgēnijs Čepoveckis, 1° violino
Veronika Vilar Brecelj, 2° violino
Israel Ignacio Gutierrez Vildosola, 3° violino
Alberto Stiffoni, 4° violino
Robert Senkiv, 1a viola
Samuel Sedano, 2a viola
Floris Fortin, 1° violoncello
Dorottya Standi, 2° violoncello

 

Ottetto d’archi Oberton, composto da musicisti provenienti da Slovenia, Austria, Italia e Ungheria, nonché da Lettonia, Russia e Ucraina, si esibisce in tutta Europa sin dalla sua fondazione nel 2015 ottenendo numerosi riconoscimenti da parte della critica musicale. La loro bibliografia di esibizioni e registrazioni eseguite in tutto il mondo è impressionante, anche se sono passati solo sette anni da quando hanno formato l’ottetto, che è allo stesso tempo uno dei più rari e più impegnativi ensemble da camera. Per gli otto musicisti, l’ottetto di archi rappresenta una sfida artistica costante e un incentivo a scoprire le possibilità illimitate degli archi e la diversità del repertorio che va da (una manciata) di titoli standard originariamente composti per l’ottetto d’archi, agli arrangiamenti famosi e composizioni eseguite raramente ovvero inedite. I giovani musicisti hanno un solo comune obiettivo: fare musica ad alto livello per provare l’unità nella musica.

 

Per il primo concerto in abbonamento i componenti dell’ottetto, di cui fa parte anche la violinista goriziana Veronika Brecelj, hanno scelto un programma interessante, che hanno descritto con le parole “Nel principio era Mendelssohn”. Mendelssohn è stato il primo a scrivere un’opera per ottetto d’archi da cui hanno tratto ispirazione altri compositori. Pertanto eseguiranno la sua prima versione dell’ottetto, che è leggermente diversa dalla versione standard. In seguito si esibiranno in un’opera di Andreas Romberg, il quale scrisse un’opera per doppio quartetto addirittura prima di Mendelssohn, nel 1820, e completeranno il programma con un ottetto dello studente di Mendelssohn Niels Gade, personaggio fortemente segnato dal suo insegnante.

 

L’Ottetto d’archi Oberton è alla ricerca costante di nuovi modi per unire attraverso il potere della musica. Siamo convinti che, nonostante la loro giovinezza, sapranno suscitare l’entusiasmo del pubblico con le esecuzioni al più alto livello artistico.

 


PROGRAMMA:

 

F. Mendelssohn-Bartholdy: Ottetto per archi in mi bemolle maggiore, op. 20 (prima versione del 1825)
A. Romberg: Doppio Quartetto in re minore, op. postumo
N. Gade: Ottetto in fa maggiore, op. 17

 

Contatto
T: 05 335 40 13
E: pr@kulturnidom-ng.si