MASTERCLASS

FM2019 650x350

05 pasica mail 01 tisk mali 

LA MASTERCLASS*

19–22 settembre 2019
Villa Vipolže, Goriška Brda (Collio sloveno)

Masterclass internazionale 

La figurazione delle cose invisibili
Opnioni, stili e interpretazioni del canto al tempo di Leonardo da Vinci

A cura di: Marco Beasley
Maestro collaboratore: Fabio Accurso


*
in collaborazione con DRAMSAM Centro Giuliano di Musica Antica & 
Festival Musica Cortese

FLORES MUSICAE prijavnica ita


Tra il cinquecento e il seicento si compie una grande mutazione nello stile musicale e, semplificando un po’ rozzamente, possiamo dire che si passa dal regno della polifonia a quello della monodia accompagnata. A quest’ultimo spetta per elezione il fine di muovere le passioni dell’ascoltatore cercando, più dell’immutabile rapporto con il divino, l’intrinseca drammaticità del rapporto fra gli uomini. Ma è agli inizi del cinquecento - e in particolare alla corte di Isabella d’Este - che fiorisce un repertorio cosiddetto frottolistico, fatto di piccole narrazioni in musica prevalentemente per canto e liuto, che riscuote un successo immediato ed una capillare diffusione sul territorio italiano e oltralpe. Un repertorio vastissimo che vede queste miniature musicali essere eseguite anche da letterati e scienziati, non ultimo lo stesso Leonardo da Vinci, che indica la musica essere “la figurazione delle cose invisibili”. La masterclass vuole esplorare questo periodo felice della musica italiana, dedicando l’arco dei giorni di lezione all’esecuzione e allo “staging” del repertorio frottolistico. Un repertorio culturalmente elevato che si svilupperà alla fine del XVI secolo con lo stile di canto monodico per eccellenza, il Recitar Cantando. Uno spazio specifico sarà dedicato a un quotidiano esercizio collettivo per l’esecuzione di brani del repertorio di tradizione orale. Scopo di questa scelta didattica è lo sviluppo di una personale tecnica vocale (respirazione, emissione del suono, intonazione), che privilegi l’ascolto dell’altro attraverso l’uso di canti di apparente semplicità, felici testimonianze di emozioni e di spessore culturale.

 

Orario:
10:00–13:00
intervallo per il pranzo
15:00–18:00 

La masterclass è aperta ad un pubblico di uditori.

Programma:

I partecipanti potranno proporre brani di loro scelta inerenti al periodo trattato, inviando al docente le partiture almeno un mese prima dell’inizio del corso.

Brani preferenziali:
- Le Frottole per canto e liuto, libro I e II del Bossiniensis, 1509 & 1511

* * *

Data di chiusura per l'iscrizione: 5 settembre 2019

Quota d'iscrizione: 200 €

Partecipazione passiva: 50 €

I partecipanti della masterclass devono provvedere da soli al vitto e alloggio.

* * *

Il numero delle iscrizioni è limitato; minimo 5, massimo 15. 
Varrà l'ordine d'arrivo delle iscrizioni.
Data di chiusura per l'iscrizione è 5 settembre 2019.  
In caso di cancellazione della partecipazine alla masterclass dalla parte del partecipante, l'organizzatore trattiene il 20 % della quota d'iscrizione per il rimborso delle spese amministrative.

Metodo di pagamento:

sul sottoconto del Kulturni doma Nova Gorica
Presso l'UJP (Amministrazione dei pagamenti pubblici), ufficio di Postojna 
SWIFT: BSLJSI2X 
IBAN: SI56012846030358603 
Riferimento: SI99

DOCENTE DELLA MASTERCLASS: Marco Beasley (I)

MarcoBeasley

Nasce a Portici, vicino Napoli, nel 1957 da padre inglese e madre napoletana. Alla fine degli anni ‘70 la sua passione per il canto lo porta a Bologna, dove si iscrive all’università studiando discipline della musica e dello spettacolo: approfondisce la sua conoscenza della letteratura cinque-seicentesca con particolare attenzione ai due fulcri stilistici dell’epoca, il “recitar cantando” e la polifonia sacra e profana. L’eredità genetica inglese arricchisce la sua vocalità, già piena di carattere e passione, conferendogli una sbalorditiva capacità di controllo, una sensibilità particolare al suono e una timbrica raffinatissima che gli permette di utilizzare una vastissima tavolozza di colori in ogni registro della propria voce. In quel periodo si appassiona alla ricchissima tradizione musicale popolare del sud Italia che contribuirà a dare un taglio particolare alla sua formazione. Di quegli anni è pure l’incontro, importantissimo, con Cathy Berberian, indimenticata protagonista della cultura contemporanea, che diventerà sua maestra per un periodo sfortunatamente troppo breve. La prematura scomparsa della Berberian funge da catalizzatore, Marco Beasley si ritrova un patrimonio di esperienze musicali eclettiche che gli fruttano una personalità artistica inconfondibile anche se definibile a fatica: difficile dire se nelle sue performance prevalga la magia di una voce incredibilmente bella, la travolgente comunicatività o lo straordinario controllo della scena. L’incontro con Stefano Rocco e Guido Morini lo spinge a fondare Accordone, gruppo che diventerà l’asse portante della sua attività e naturale alveo in cui sviluppare nuovi  progetti. Dal 2001, Marco Beasley firma i testi delle nuove realizzazioni di Accordone.

MAESTRO COLLABORATORE: Fabio Accurso (I) – liuto

Fabio Accurso 600x400

Fabio Accurso svolge da anni intensa attività concertistica con numerose formazioni di musica antica medievale, rinascimentale e barocca, tra cui Accordone, Laboratorio '600, Janas, Ensemble Dramsam, Al Qantarah, Sarband. Ha svolto concerti in Italia in Europa, oltre che negli Stati Uniti, in Giappone e in Australia. Ha suonato per numerose istituzioni e festival italiani e stranieri, tra i quali l’Accademia Chigiana di Siena, il Festival Internazionale di Istanbul, il Festival Mondiale di Musica Sacra di Stoccarda, il Tokyo Summer Festival, il festival delle Fiandre e di Utrecht. Ha pubblicato nel 2000 la registrazione integrale dell’opera di H. Ferrutio, liutista italiano del secondo Cinquecento e nel 2005 la registrazione integrale dell’opera di Domenico Bianchini.

 

Kulturni dom Nova Gorica,
Bevkov trg 4, SI-5000 Nova Gorica
T: + 386 5 335 40 10

Centro Culturale di Nova Gorica è membro di
Art kino mreža Slovenije Europa Cinemas KUDUS